Mum Loading

Viaggiare è un gioco da bambini

BabyGuest, la prima piattaforma per il noleggio e l’acquisto di attrezzature per l’infanzia che facilita la vita dei genitori in viaggio e aiuta gli alberghi a diventare “kid friendly”.

Passeggino, culla, seggiolino, scaldabiberon e molto altro ancora. Quando si parte con i figli piccoli tutto sembra indispensabile, che sia per un viaggio lungo o per un semplice week-end. Ma l’alternativa ai bagagli extra c’è. È BabyGuest, l’unica piattaforma professionale su cui è possibile noleggiare tutte le attrezzature per l’infanzia e acquistare i prodotti di prima necessità avendo la certezza di ricevere tutto a destinazione il giorno e all’ora stabiliti. BabyGuest consegna in tutti i paesi dell’Unione europea.

BabyGuest non dialoga solo con i consumatori finali. Ha un canale di noleggio/vendita dedicato agli operatori qualificati del segmento turismo. Primi fra tutti: gli albergatori. L’obiettivo è permettere agli hotel di attrezzarsi al meglio per accogliere le famiglie, fornendo loro tutto ciò che serve per soddisfare le esigenze dei piccoli ospiti. Con BabyGuest tutti gli alberghi hanno la possibilità di diventare realmente “kid friendly”.

Ad oggi sono 49 tra alberghi e villaggi di fascia alta e 1.500 appartamenti serviti ad avere scelto BabyGuest quale partner ideale in grado di aiutarli ad accogliere al meglio le famiglie fornendo loro tutto ciò che serve per soddisfare le esigenze dei piccoli ospiti. Fanno capo al gruppo Blu Hotels, alla collezione Planetaria Hotels, al gruppo Viscardi Hotels e al network di servizi Y-Nos che gestisce appartamenti e ville servite in Italia e all’estero per contro tra gli altri di società del calibro di Halldis e Windows on Italy (gruppo Ferragamo), Novecento Case e Temporary Home.
Sono numerose anche le realtà indipendenti che hanno scelto BabyGuest, tra cui Du Lac e Du Parc Resort, situato a Riva del Garda, la Casa sull’Albero di Malgrate, sul Lago di Como, e Monaci delle Terre Nere, situato a Zafferana Etnea, in provincia di Catania. Vedi link: http://babyguest.com/Contents/it/Strutture-11

Semplicità d’uso. Ai genitori che viaggiano con i propri piccoli bastano pochi click per accedere alla piattaforma BabyGuest, selezionare i prodotti necessari e creare la propria BabyBag. I pagamenti avvengono tramite carta di credito o circuito PayPal. Per le strutture alberghiere le modalità d’accesso al servizio sono due: una “short term” e una “long term”. Nel primo caso BabyGuest, in versione white label, viene integrata nel sito della struttura, affinché sia il cliente stesso a noleggiare ciò che gli serve. Nel secondo caso è l’albergo a noleggiare le attrezzature per un periodo predeterminato decidendo poi se darle in dotazione gratuitamente o riaffittarle con relativo mark-up. Il vantaggio dell’opzione noleggio per gli alberghi è di non avere immobilizzazioni di capitale per merce soggetta a obsolescenza.

BabyGuest per il sociale. Il programma qualità di BabyGuest prevede che le attrezzature noleggiate abbiano un ciclo di vita non superiore ai sei mesi. Sia per quelle a disposizione dei consumatori finali sia per quelle in uso negli alberghi. Siamo fermamente convinti che tale limite sia fondamentale perché il servizio offerto rimanga sempre ai massimi livelli e i prodotti messi a disposizione siano sempre in linea con le tendenze di mercato. Nasce così l’idea di donare alle nostre attrezzature una seconda vita facendo del bene a chi ne ha realmente bisogno.

BabyGuest ha avviato una collaborazione con CasAmica Onlus, una organizzazione di volontariato che dal 1986 accoglie a Milano malati e i loro familiari in difficoltà provenienti da tutta Italia per curarsi negli ospedali della città. Le attrezzature BabyGuest andranno in particolare alla Casa dei Bambini, inaugurata nel 2011 e totalmente dedicata ai piccoli e alle loro famiglie. Inoltre, ogni mese BabyGuest metterà in vendita un gioco ad hoc il cui ricavato andrà al 100% a CasAmica Onlus.

BabyGuest è anche BabyExpat, una brand extension studiata appositamente per soddisfare le esigenze di chi si trasferisce all’estero con la famiglia per periodi più o meno lunghi. Ancora una volta: anziché portarsi da casa tutte le attrezzature necessarie per i figli piccoli o acquistarle sul posto è possibile affittarle e riceverle comodamente a casa propria. Il tutto a tariffe assolutamente interessanti. Evitando così anche la gestione dello smaltimento a fine utilizzo.

Google maps

SCRIVI UNA RECENSIONE

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top