Design & Craft

Mamma, perché piove? Un laboratorio creativo per spiegare ai bimbi cos’è e a cosa serve la pioggia

14/10/2020

Quante cose si possono imparare giocando! E quanto è bello stare in casa al calduccio a giocare quando fuori piove! E se unissimo le due cose? Francesca, la nostre educatrice, ci spiega come realizzare il lab creativo per spiegare ai più piccoli cos’è, dove fa a fine e a cosa serve la pioggia!

Il laboratorio che vi propongo oggi può essere fatto comodamente a casa utilizzando materiali davvero molto semplici. L’obiettivo di fondo di questo lavoro è quello di trasmettere ai vostri bimbi un messaggio importante: con poche cose, se ci si impegna, si possono raggiungere risultati sorprendenti!

Quello che vi serve è: carta, tempere, acqua, pipette, matita, scotch di carta, bicchieri o ciotole

Tempo di realizzazione: 1 ora

Mettiamoci al lavoro mums!

Con l’arrivo dell’autunno arrivano anche le prime piogge e i bambini sono sempre molto curiosi di sapere da dove arriva l’acqua, dove andrà e a che cosa serve. Potreste cogliere questa occasione per parlare insieme a loro, accogliendo le loro teorie spontanee per restituir loro delle risposte concrete.

L’acqua di che colore è? Siete sicuri che sia azzurra? Non è trasparente? Ma se è trasparente che colori vedo nell’acqua? Non può dunque essere rosa? O verde?

Scopriamolo insieme! Cominciamo a darci da fare!

Il lab creativo

  • Prendete un foglio bianco con una grammatura abbastanza pesante e fissatelo ad una parete utilizzando lo scotch di carta.

  • Preparate i colori nei bicchieri. Cercate di versare poco colore e aggiungete una buona quantità di acqua.

  • Disegnate un personaggio sotto l’ombrello: può essere un’ombra, un mostro, una bambina, un orsetto … quello che volete, lasciate che siano i vostri bimbi a scegliere!.

  • Coprite il disegno con lo scotch di carta, per proteggerlo dalla pioggia di colore che sta per ricevere … a sua insaputa!

E ora che avete preparato tutto, comincia il divertimento…

Scende la pioggia!

  • Con la pipetta raccogliete un colore e spruzzatelo sul foglio, partendo dalla cima.

  • Ripetete la stessa operazione usando tutti i colori che desiderate. Mischiateli secondo il vostro gusto. Si può fare anche una pioggia monocroma, basta che sia un colore brillante e luminoso.

  • Quando ritenete di aver finito, fermatevi. Lasciatelo asciugare.

  • Dovrete poi rimuovere lo scotch accuratamente.

 

 

Tutta la parte finale del laboratorio richiede concentrazione, attenzione e delicatezza. E’ come un piccolo lavoro di restauro: bisogna attendere il momento giusto, altrimenti il nastro adesivo romperà il foglio e strapperà anche il colore!

Alla fine, potreste rendere il tutto più interessante chiedendo ai vostri bimbi di definire col nero l’omino sotto la pioggia e magari colorarlo.

 

 

Francesca Pascale 

Fondatrice della Scuola dell’Infanzia Bilingue Puntino Colorato e autrice della collana di libri Le avventure di Sbuccia e Puntino

Top

Segnala un’attività

    Do il consenso ai fini commerciali.
    Ho letto la normativa sulla privacy