Mum's Life

“Mamma, non andare via!”. Ansia da separazione? Ecco come gestirla

21/09/2020

Dopo tanti mesi insieme, ora, tutto ha ripreso il ritmo di sempre: asilo, scuola, lavoro per mamma e papà. Nell’ultimo peridio ci siamo dovuti abituare a tante situazioni, sempre diverse e, farci l’abitudine, soprattutto quando si è piccoli, non è sempre facile …

Il ritorno al lavoro di mamma e papà, le scuole ricominciano (tra le incertezze), i cambiamenti dell’anno che riparte… ma anche scatti di crescita e gli altri grandi cambiamenti possono portare i nostri figli a dimostrarsi più ansiosi o irrequieti. Potrebbero sembrare dei capricci e invece l’ansia da separazione è un fenomeno molto comune e reale che mostra una temporanea difficoltà di adattamento alla nuova situazione.

Va quindi gestito con calma e pazienza e con risposte dirette e rassicuranti. Ecco i miei 5 consigli per gestire al meglio l’ansia da separazione. 

 

PAROLA D’ORDINE: REGOLARITA’

Quando ci sono degli improvvisi cambiamenti o delle grandi novità è proprio il momento di mantenere sempre la stessa routine. Quindi cercate di non cambiare assolutamente orario dei pasti, della messa a letto, i libri che leggete loro e i giochi e ovviamente la routine della buonanotte. Avere uno schema rassicura i bambini e dà loro regolarità.

NON CREATE DELLE NUOVE ABITUDINI NEL MOMENTO DELLA NANNA

In un generale stato di irrequietezza e ansia anche il sonno può andarci di mezzo. Cercate però di non creare delle nuove abitudini o iniziare a fare qualcosa che non avete mai fatto prima. Ad esempio in caso di risvegli nel mezzo della notte non aggiungete stimoli, fategli/le capire che è il tempo di dormire e se ha bisogno della vostra presenza rimanete con loro ma senza portarli fuori dalla stanza e dal lettino.

BU BU SETTETE E NASCONDINO: I GIOCHI DI UNA VOLTA CHE CI VENGONO IN AIUTO

Un gioco può insegnare molto a un bambino. Quelli come nascondino mostrano che mamma e papà possono anche andare via… ma poi tornano! La sparizione e la ricomparsa avvenendo ripetutamente vengono interiorizzate e vissute come un rituale in questo modo.

 

 

SPIEGATE SEMPRE LA VOSTRA ASSENZA

Vi dovete allontanare ed ecco che spuntano grandi lacrimoni. Anche se avvertite un senso di colpa ricordatevi che il vostro bambino ha bisogno di rassicurazione quindi mai allontanarsi in modo furtivo nascosto: questo aumenterebbe le paure del bambino che teme di non vedervi più. Meglio spiegare in modo pacato e chiaro perché state andando via.

ATTENZIONE ALLE VOSTRE ESPRESSIONI (SOPRATTUTTO QUELLE NON VERBALI)

Attenzione anche al tono della voce e le nostre facce! Loro non ascoltano solo le parole ma anche il modo in cui parliamo e l’espressione del viso.  Quindi se siamo preoccupati o ansiosi loro lo avvertiranno. Cerchiamo di essere rassicuranti e calmi e passare un po’ più di tempo con loro.

 

 

Alexis Granelli

Consulente del sonno di neonati e bambini // dolcedreamers.com

 

Top

Segnala un’attività

    Do il consenso ai fini commerciali.
    Ho letto la normativa sulla privacy