Beauty & Wellness

Gli anni che passano? Li affrontiamo così.

04/02/2021

5 donne di età diverse si raccontano: tra rughe, imperfezioni, viso che cambia, beauty routine e qualche ritocchino.

Belle, nonostante gli anni che passano. Imperfette e felici, anche dopo i 30 e uno o due  figli. Ansiose dopo essersi guardate allo specchio a aver visto che il viso, inevitabilmente, cambia. C’è chi ama e chi odia le rughe. Maniache della beauty routine o basiche nella cura, le cinque donne che abbiamo intervistato hanno idee e paure diverse, ma tutte certe di una cosa: ogni età rivela una diversa bellezza.

 

 

 

CRISTINA, 28 ANNI

Come vivi gli anni che passano? Lo accetti o hai timore di invecchiare? 

Non sono spaventata, almeno per il momento. Mi sento più consapevole e felice adesso del mio aspetto, rispetto a quando avevo 20 anni, quando con me portavo (anche) un bagaglio di insicurezze. 

 Quali le paure più grandi? 

Al momento nessuna, e per evitare di averne in futuro scelgo la prevenzione. So che dopo i 30 il fisico, la pelle e il metabolismo smettono di rispondere come nei dieci anni precedenti, ed è il motivo per cui ho cominciato a dedicare regolarmente del tempo per prendermi cura di me stessa. Un ottimo modo per stare bene e prevenire o rallentare i primi “sintomi del tempo che scorre”. 

Cura del viso, che cosa è indispensabile alla tua età? 

Intanto, cominciare a prendersene cura! Conosco tante ragazze della mia età che trascurano questo aspetto, perché “con il trucco poi nascondo tutto”, oppure per pigrizia. In realtà bastano pochi step, fondamentali, dai 25 ai 30: un buon detergente adatto alla tipologia di pelle, crema idratante e soprattutto crema solare. Tutto il resto verrà voglia di usarlo man mano che si prende confidenza con la propria pelle. 

 Descrivi la tua beauty routine quotidiana? 

Al mattino: gel detergente super delicato e ricco di principi attivi lenitivi e idratanti, siero idratante all’acido ialuronico, siero lenitivo con thè verde e pantenolo. Poi applico un contorno occhi idratante in gel (se ho le occhiaie più marcate del solito unisco qualche goccia di siero alla caffeina), qualche goccia di olio all’albicocca, crema solare con SFP 50. Alla sera: doppia detersione con olio struccante e gel detergente, siero idratante all’acido ialuronico, essenza alla bava di lumaca, che rigenera la pelle e uniforma l’incarnato, contorno occhi in crema (con Vitamina C e curcuma), qualche goccia di olio di rosa mosqueta e crema nutriente per pelli secche.

 Ritocchi, lifting, “punturine”: si o no? 

Più che affidarmi alla chirurgia, mi piacerebbe praticare regolarmente “face yoga” o dedicarmi di tanto in tanto un massaggio al viso! 

La migliore tecnica per nascondere le imperfezioni? 

Non nasconderle, ma prendersene cura. A volte sprechiamo tanto tempo e energie a nascondere quello che non ci piace (e per la maggior parte delle volte sono difetti di cui gli altri nemmeno si accorgono), che finiamo per disimparare a valorizzare i nostri punti di forza. 

GIULIA, 35 ANNI

Come vivi gli anni che passano? Lo accetti o hai timore di invecchiare? 

Beh, un po’ di paura inizia ad arrivare. Fino a qualche anno fa non ci pensavo per nulla, ma da un paio d’anni inizio a vedere piccoli cambiamenti dovuti all’età. E anche stress e stanchezza rendono la pelle più sciupata. Le rughe no, ancora non le temo, anzi mi piacciono quelle di espressione. 

Quali le paure più grandi?

Sapere, come mi dicono, che dopo i 35 il viso inizia ad avere “cedimenti”, ma ho trovato una strategia: non ci penso, non me ne occupo, per ora. Tempo al tempo, mi sento ancora giovane.

 Cura del viso, che cosa è indispensabile alla tua età?

Igiene accurata e una buona crema adatta alla mia pelle grassa, scegliendo bene i prodotti. E poi scrub due volte alla settimana e una maschera quando ho tempo. Non sono una maniaca, uso pochi prodotti e lo stesso vale per il make up, mi piace essere quanto più naturale possibile. Da quando sono diventata mamma, 8 anni fa, la mia parola d’ordine: praticità. 

Descrivi la tua beauty routine quotidiana.

Al mattino lavo il viso con un detergente, poi crema giorno idratante molto delicata, e una crema coprente per le occhiaie. Alla sera di novo detersione, crema nutriente notte, e siero intorno agli occhi.  

 Ritocchi, lifting, “punturine”: si o no?

Non sono contraria, ma quando vedo amiche con labbra o zigomi gonfi, dico che non fa per me. E poi la genetica è a mio favore, mia mamma a 65 anni ha quasi il viso di una ragazzina, con rughe che trovo bellissime. Insomma, quando arriverò a 40-45 ci penserò… 

 La migliore tecnica per nascondere le imperfezioni?

Una crema colorata e omogenea per nascondere le tantissime macchioline solari che ho in viso, e poi un fondotinta compatto come basa per il trucco. E finalmente negli ultimi anni uso le creme solari per proteggermi, per troppo tempo, avendo una pelle molto scura, sono stata una sprovveduta!

 

 

ALESSANDRA, 37 ANNI

Come vivi gli anni che passano? Lo accetti o hai timore di invecchiare?

Se mi guardo allo specchio mi piaccio, quindi al momento nessun turbamento. Sin da ragazza sono una maniaca della cura della pelle, attentissima ai prodotti che scelgo, e questo mi ha aiutata ad arrivare alla mia età in forma. Una passione, quella per il beauty, che condivido con mio marito Matteo, chirurgo plastico.

Quali le paure più grandi? 

Al momento nessuna, sento lo spirito di una 20enne. Ho sempre creduto di più in una forte personalità, rispetto a un bell’aspetto fisico. E poi mi ha aiutata il fatto che dopo aver avuto mia figlia non ho percepito grandi cambiamenti, più rughe o occhiaie. Anzi, Vittoria ha reso la mia vita più regolare: dormo di più e meglio, mi dedico al lavoro e alla famiglia. Prima, tra feste, notti in discoteca e uscite con amici, la mia pelle ne risentiva certamente di più! 

Cura del viso, che cosa è indispensabile alla tua età?

Prima regola: pulizia regolare e approfondita. Mai andata a letto truccata o con il viso sporco. E poi scegliere bene sieri e creme in base all’età che avanza. Oggi faccio uso regolare di crema con acido ialuronico e idrato moltissimo. E poi sono una fan della maschere di ogni genere. 

 Descrivi la tua beauty routine quotidiana?

Al mattino lavo il viso con acqua e una spuma detergente, poi siero antiossidante a cui aggiungo una seconda crema idratante e con protezione solare. Alla sera mi strucco con olio detergente, e poi siero all’acido ialuronico o antiage, e poi crema notte anti età, siero contorno occhi e contorno labbra. 

 Ritocchi, lifting, “punturine”: si o no? 

Sì, sono favorevole alla chirurgia estetica, anche perché come si fa a dire di no se hai un marito nel settore? Faccio un botox fronte e contorno occhi per tirarmi su, due volte l’anno, molto soft e senza stravolgimenti, perché non amo le rughe. E una volta l’anno punture all’acido ialuronico intorno alle labbra, per evitare l’effetto “guancia cadente”.  

La migliore tecnica per nascondere le imperfezioni?

Sono fortunata, non ne ho molte e ho una pelle piuttosto regolare. Ma soprattutto in estate uso un trattamento anti pigmentante per coprire piccole macchie solari. E poi fondotinta, indispensabile come base trucco. 

 

 

SILVIA , 43 ANNI 

Come vivi gli anni che passano? Lo accetti o hai timore di invecchiare? 

Le prime ansie sono iniziate dopo i 40, prima non ci ho mai pensato. Per 10 anni il tempo che passava per me era un viaggio fatto di bellissime tappe, senza grande preoccupazione per l’età. Una crescita fisica e psicologica che ho amato. Dopo, è iniziato il timore: guardandomi allo specchio ho percepito che il mio viso stava cambiando.  

Quali le paure più grandi?

Riguardano la salute, più che l’aspetto estetico. Paura di ammalarmi, di non stare bene. Sto molto attenta ai segnali che il mio corpo mi invia. Per il resto mi accetto in modo consapevole. Né sento il bisogno di cambiare. Certo, mi guardo con un occhio diverso, non ho più 20 anni e questo mi è evidente.  

Cura del viso, che cosa è indispensabile alla tua età?

La crema protettiva, sempre e per tutto l’anno. Ho una pelle chiara e delicatissima, difficile da gestire. È senza dubbio il mio punto debole, con cui lotto soprattutto in estate. Ricordo scottature che mi hanno rovinato le vacanze. 

 Descrivi la tua beauty routine quotidiana?

È basica. Al mattino lavo il viso con acqua e sapone, poi siero all’acido ialuronico, crema idratante giorno e poi BB cream coprente. Alla sera un buon detergente viso e crema notte. 

 Ritocchi, lifting, “punturine”: si o no?

A 30 anni avrei risposto “nemmeno per sogno”. Ora qualche volta ci penso e dico: perché no? La chirurgia estetica è cambiata molto negli ultimi anni, ci sono tecniche meno invasive. Se mi aiuterà a sentirmi meglio, quasi come una cura preventiva, tra qualche anno ci penserò. 

La migliore tecnica per nascondere le imperfezioni?

Un illuminante multifuzione che uso regolarmente: esalta l’incarnato e minimizza le occhiaie e le rughe.  

 

PAOLA, 52 ANNI 

Come vivi gli anni che passano? Lo accetti o hai timore di invecchiare?

I miei 52 non li sento proprio! Non ho paura di invecchiare, per ora madre natura sembra mi stia aiutando e speriamo continui. E poi, ho una figlia piccola che mi mantiene giovane. 

Quali le paure più grandi? 

Non parlerei di paure, mi piace pensare di cavalcare positivamente il tempo che passa. 

 Cura del viso, che cosa è indispensabile alla tua età? 

Innanzitutto, dedicarsi alla cura del viso, indispensabile e non banale. Un’ottima crema antirughe giorno e notte, un buon siero, un’accurata pulizia del viso dall’estetista e qualche maschera quando c’è il tempo. 

Descrivi la tua beauty routine quotidiana. 

Al mattino: acqua miscellanea per pulizia del viso, siero contorni occhi, siero sul viso e collo, crema giorno antirughe su viso e collo . Per la sera: struccante viso e struccante occhi idratante, acqua miscellanea per pulizia del viso, siero contorno occhi, a giorni alterni siero notte, crema antirughe notte su viso e collo e quando riesco una maschera.  

Ritocchi, lifting, “punturine”: si o no? 

Per ora non le ho mai fatte, ma in futuro perché no? Non amo gli eccessi, ma quei piccoli interventi che possono aiutare ad avere un viso luminoso e fresco, penso posano far bene allo spirito.

 La migliore tecnica per nascondere le imperfezioni? 

Una buona idratazione che dona luminosità al viso, e un buon trucco fino a quando funziona. Poi si vedrà…  

 

 

E voi, donne e mamme, come vi sentite? Come affrontate gli anni che passano, tra figli, mille impegni, lavoro? La bellezza non ha età, e ogni anno che passa rivela una diversa bellezza. La bellezza della curiosità e dello stupore a 18 anni, la bellezza dell’impegno e della grinta a 30, la bellezza della sicurezza a 40, quella dell’eleganza a 50, della saggezza a 60, dei racconti della vita a 70 e 80.

Ricordate: la bellezza siete voi! 

 

 

Benedetta Sangirardi – Giornalista 

In collaborazione con Rilastil 

 #agelessbeautychallenge #agelessbeauty #beautyhasnoage

Pics Credit: Veronica Garavaglia Photography

Top

Segnala un’attività

    Do il consenso ai fini commerciali.
    Ho letto la normativa sulla privacy