Mum Loading

Books

Educazione civica e razzismo. In edicola, due libri per bimbi 3-6 anni per parlare di questi temi

19/03/2021

Da oggi, sabato 20 marzo, potete trovare in edicola con il Sole24Ore due libri editi da Gribaudo e WhiteStar per raccontare e parlare insieme ai più piccoli di razzismo ed educazione civica. Ve li presentiamo

I libri sono magia, fantasia, scoperta … ma per i piccoli, un libro, può rappresentare anche una finestra sul mondo per capire, con un linguaggio adatto a loro, i temi e le cose di cui spesso sentono parlare i grandi e che captano magari dalla tv.

Ecco perché oggi vi vogliamo parlare della bella iniziativa rivolta ai genitori e ai bambini in età prescolare proposta da Gruppo24Ore in collaborazione con due importanti case editrici per bambini: Gribaudo e White Star.

Arrivano in edicola due libri per bambini molto belli che vi aiuteranno ad affrontare, in maniera divertente, due tematiche importanti: quella del razzismo e dell’educazione civica.

Ve li presentiamo.

In occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della discriminazione razziale

È possibile spiegare cos’è il razzismo, come insegnare ai nostri bambini a non essere razzisti e a riconoscere, fermare e combattere ogni forma di discriminazione razziale, tutto sommato anche alla loro tenera età?

Sì, anzi. Soprattutto alla loro tenera età.

Prima si inizia e meglio è, ovvero prima si inizia e più è facile che i nostri bambini crescano interiorizzando i principi fondamentali ed eticamente universali dell’uguaglianza e della fraternità.

I bambini di oggi saranno gli adulti consapevoli e tolleranti di domani.

È questo il messaggio che sottende al libro “10 idee per sconfiggere il razzismo” a cura di Eleonora Fornasari e illustrato da Clarissa Corradin, ed. White Star, che da sabato 20 marzo sarà in edicola con Il Sole 24 Ore.

Il libro 

Tutto parte da dieci semplici ma brillanti idee per affrontare questa delicata e importantissima sfida contro il dilagare del razzismo, piaga culturale e sociale cui spesso il bullismo è direttamente collegato, e che non risparmia nemmeno i giovanissimi.

In campo dunque verranno usate le armi dell’amicizia, della curiosità e della voglia di scoprire ciò che è diverso da noi. Sarà come fare un viaggio intorno al mondo… rimanendo a casa!

Basta compiere 10 gesti, piccoli e semplici, che però implicano un enorme cambio di mentalità: usare bene le parole, partecipare a festività che non si conosce, conoscere le proprie origini e il proprio passato e imparare ad esserne orgogliosi, esplorare i quartieri etnici e multiculturali delle nostre città, fare amicizia con più persone possibili perché siamo tutti diversi e unici, imparare parole di altre lingue e culture, non rimanere mai in silenzio affrontando chi esprime idee razziste senza aver paura di far conoscere la propria opinione.

“Insieme possiamo cambiare il mondo! – racconta l’autrice del volume per ragazzi, Eleonora Fornasari – La rivoluzione culturale parte dai bambini!”

In edicola con il Quotidiano, a partire da sabato 20 marzo 2021.

I genitori di oggi hanno la responsabilità di crescere i cittadini di domani: con quali strumenti?

La Costituzione è – secondo Liliana Segre – “quell’esercizio di grazia e cortesia civile che ci fa tenere la barra dritta anche nelle notti senza luna. Stimolare, allenare, perfezionare, elevare a potenza ennesima il senso civico dei bambini – continua Segre – è una ‘misura preventiva’, un vaccino universale contro l’indifferenza.”

Così la senatrice a vita, con il suo straordinario impegno per i diritti umani, scrive nella prefazione del nuovo libro “Dall’Io al noi – il cuore dei bambini cambierà il mondo”, della collana di successo QUID+ (Gribaudo) che da martedì 30 marzo uscirà in edicola con Il Sole 24 Ore.

Il libro 

Cambiare il mondo partendo dal cuore dei bambini e accompagnarli a fare i primi passi nell’educazione civica è la grande missione che si prefigge questo volume, missione sostenuta e condivisa dalla senatrice e dagli autori del volume.

Come sappiamo, anche per esperienza diretta, i più piccoli sono focalizzati su loro stessi: “io” e “mio” sono le parole che usano più spesso. Eppure, dal giorno della nascita, iniziano a confrontarsi con l’altro, prima all’interno del nucleo famigliare, poi in un gruppo come la classe e, successivamente, con un numero sempre maggiore di persone, fino a diventare parte attiva della società, cioè parte di un “noi”.

Quali sono le tappe fondamentali di questo percorso? Come possiamo stimolare in loro, oltre che il rispetto per le regole, un sentimento positivo verso i valori del vivere in comunità? Com’è possibile parlare di un argomento così apparentemente complesso come l’educazione civica a bambini ancora così piccoli?

Semplice. Prima di tutto, attraverso le fiabe.

“Le fiabe – spiega Barbara Franco, autrice e ideatrice della collana QUID+ –insegnano i valori della bontà d’animo, della gentilezza, del rispetto per l’altro, e ancora, dell’andare oltre alle apparenze, della capacità di superare le situazioni difficili e di avere tanta forza di volontà”.

La parte dedicata ai bambini è composta da cinque fiabe classiche illustrate, da leggere insieme: le fiabe sono un importante punto di riferimento nello sviluppo emotivo del bambino e dei suoi valori morali, perché gli permettono di entrare in contatto con l’altro e di immedesimarsi con lui. Attraverso le fiabe i più piccoli possono iniziare a conoscere e comprendere quei valori universali sempre attuali che li accompagneranno per tutta la vita. A mano a mano che i bambini agiranno nel mondo, sia quello fantastico attraverso le fiabe, sia quello reale attraverso l’esperienza, sorgeranno spontaneamente in loro domande su ciò che è giusto e sbagliato, sul perché le persone si comportano in un determinato modo.

È nostro compito essere attenti a questa naturale curiosità e utilizzarla come strumento per seminare in loro sentimenti di empatia e responsabilità.

E qui entra in scena il secondo strumento che il libro mette a disposizione, ovvero un vero e proprio vademecum-guida per noi adulti, per aiutare i genitori a prendere consapevolezza del concetto di morale e di come questo si sviluppi nel bambino, partendo dagli studi dello psicologo statunitense Lawrence Kohlberg e arrivando fino alle moderne neuroscienze.

Nel nostro ruolo di genitori, possiamo aiutare i bambini a maturare interiormente un’attenzione, una spinta, un interesse reali e profondi verso gli altri, verso la collaborazione e la solidarietà, il rispetto per il prossimo, per l’ambiente e la natura, per la propria salute e per quella della collettività.

Tutto questo, nel tempo, può aiutarli a sviluppare un profondo senso civico e porre le basi per lo sviluppo di valori più complessi legati alla società e al mondo in cui vivranno.

In edicola con il Quotidiano, a partire da martedì 30 marzo 2021.

Melissa Ceccon

Responsabile editoriale – Mumadvisor

Top