Mum's News

E se l’arte entrasse nelle scuole trasformandole in musei?

03/12/2020

Il mondo della scuola si trova in una fase di grande cambiamento che rivoluzionerà, forse per sempre, il modo di insegnare e imparare. Eppure di strada da fare ce ne è ancora molta. Collezioni di Classe è un bel progetto che ci ha fatto sognare, lo conoscete?

E se ogni scuola avesse la propria collezione di opere d’arte contemporanea? Una permanente creata e curata dai vostri bambini e ragazzi, vi piacerebbe oppure sarebbe una perdita di tempo che toglie linfa vitale al programma accademico vero e proprio?

Domande un po’ provocatorie le nostre, giusto per introdurvi questo bel progetto che – siamo oneste – a noi è piaciuto molto. Si chiama Collezione di Classe ed è un progetto della Fondazione Pastificio Cerere di Roma che promuove l’educazione nelle scuole attraverso l’arte contemporanea.

 

L’obiettivo

Ideato e curato da Marcello Smarrelli con la collaborazione di Claudia Cavalieri ed Emanuela Pigliacelli, Collezione di Classe è pensato come un processo a lungo termine, con l’obiettivo di dotare gli istituti scolastici di una collezione di arte contemporanea.

Come è già accaduto nell’Istituto Piaget-Diaz di Roma dove gli studenti per l’interno anno, da settembre 2019 a ottobre 2020, sono stati coinvolti in modo attivo nell’ideazione e realizzazione di opere d’arte collettive destinate a formare nel tempo una vera e propria collezione di cui sono anche mediatori e conservatori, trasformando di fatto la scuola in un museo di arte contemporanea.

I benefici dell’arte e della cultura nello sviluppo dei bambini

Arte, cultura, creatività hanno un’importanza fondamentale nello sviluppo e nella crescita dei più piccoli.

Avvicinare i bambini e far vivere loro l’arte in ogni sua forma (arti visive, danza, teatro,…) ha un impatto positivo sul loro sviluppo cognitivo ed emozionale, incoraggia la creatività e l’espressione, aiuta a sviluppare le capacità comunicative.

Un concetto teorico noto a tutte noi, eppure  leggendo attentamente i dati Istat degli ultimi anni sul tema arte e cultura, emerge che i giovani italiani spesso si interessino all’arte e alla cultura solo se accompagnati da genitori, insegnanti e scuole. Generalmente tutti i musei d’arte organizzano workshop, attività ludiche e seminari per poter avvicinare le scolaresche e i giovani all’arte, soprattutto quella contemporanea. Ma se poi bimbi e ragazzi vanno al museo solo perché “obbligati”, allora forse il percorso intrapreso non è quello giusto.

Coinvolgerli attivamente, partendo proprio dalla creazione di una vera e propria collezione d’arte, potrebbe essere la scelta giusta. E voi mums, che ne pensate? Vi piacerebbe che anche nella scuola dei vostri bimbi e delle vostre bimbi si attuasse il progetto Collezione di Classe come fatto a Roma?

 

 

Melissa Ceccon

Responsabile editoriale – Mumadvisor

Top

Segnala un’attività

    Do il consenso ai fini commerciali.
    Ho letto la normativa sulla privacy