Mum Loading

Travel

Cosa fare nelle Langhe in autunno, le più belle esperienze adatte a tutta la famiglia

30/09/2021

Tra raccolta di nocciole, laboratori del pane, lab creativi con le zucche, wine tour e borghi incantati … le colline piemontesi offrono davvero molto in questo periodo, perfette per un week end fuori porta in famiglia o una gita con i bambini! 

 

La natura che cambia, i colori che si scaldano, il paesaggio intorno a noi che sembra cambiare forma e sostanza. Questa è la tipica magia che solo l’autunno sa regalare. Basta foto di cieli blu e mari cristallini, è arrivato il tempo di colorare la feed di Instagram di arancione, rosso, marrone e riempire la gallery del telefono di foto ricordo di questo meraviglioso autunno 2021 che saprà come stupirci.

Qualche idea su cosa fare con i bambini? Sì, noi ne abbiamo sempre tantissime! Quando diciamo autunno, noi ci immaginiamo subito i nostri bimbi intenti a colorare zucche, a cercare castagne, sentiamo profumo di tartufo e ci viene in mente una meta in particolare: le Langhe.

Ecco perché, per dare il benvenuto a questa stagione, che ci accompagnerà verso i mesi più freddi, abbiamo pensato di raccogliere alcune tra le più belle esperienze da fare in famiglia nelle Langhe per godersi a 360 gradi l’autunno. Quindi, mums, pronte – come sempre – a prendere appunti? Ecco i tips di Mumadvisor per organizzare una vera e propria Langhe Experience!

 

Casa Angiolina

 

 

Langhe Experience: ecco cosa fare con i bambini per scoprire e assaporare tutta la magia dell’Autunno!

 

Cascina Gabutti: dove vivere la magia e la meraviglia di un mondo semplice e naturale!

Cascina e Fattoria Didattica Gabutti, è una piccola realtà di carattere famigliare nel cuore delle Langhe alla Bussia di Monforte d’Alba. Un luogo incantevole che organizza tantissime attività per i più piccoli: il laboratorio delle uova, dove i bambini possono scoprire e imparare la cova e la schiusa delle uova, e poi potranno divertirsi a colorarle con colori naturali; il laboratorio del pane, per imparare ad impastare e cuocere; i mezzi agricoli, un simpatico viaggio nel tempo per scoprire come si lavorava ai tempi dei nonni e bis-nonni; cura dell’orto, in base al periodo e alla stagione, è possibile far fare ai bambini il laboratorio di semina.

Questa Cascina è un piccolo paradiso per i bambini che potranno incontrare  asinelli, maialotte, caprette, oche, anatre, galline, faraone, conigli e pavoni.  E, nelle ore dei pasti, anche cinghiali e caprioli.

 

 

“Mi piace raccontare tutto ciò che è il mio territorio, gli usi, i costumi, le tradizioni della mia zona per far ricordare agli ospiti le loro. Negli anni abbiamo imparato a guardare oltre: con il vino ora trovate il succo d’uva, totalmente analcolico e adatto ai bimbi, il sapone fatto con i rapui di uva e le noccioleci racconta Monia, titolare di Cascina Gabutti, che ci anticipa anche un’esclusiva quindi, care mums, staytuned! – Proprio con le nocciole, e con l’ambiente del noccioleto, stiamo cercando di organizzare un percorso idoneo alla conoscenza di questa parte di Langa ancora poco conosciuta. Ma questo è la nostra prossima sorpresa e prossimo progetto.

 

 

 

Hai detto zucca?

Sabato 2 e domenica 3 ottobre, a Piozzo, nel centro storico del paese, i produttori locali di zucche allestiranno banchi con propri prodotti d’élite, dalle zucche al vino, dal mais alle nocciole ma anche agri-burger.

Saranno poi presenti gli intagliatori di zucche, uno degli appuntamenti storici per Piozzo insieme ad altri stand selezionati con prodotti esclusivamente attinenti alla zucca. Non mancherà la Pro Loco con le sue zucche esposte su carri d’epoca e la mostra tecnico-scientifica con oltre 550 varietà provenienti da tutto il Mondo ma coltivate tutte a Piozzo e curate da esperti del settore.

Tutte le info le potete trovare qui.  Se decidete di visitare questa bellissima fiera, potreste anche approfittarne per fare un regalo ai papà: sempre a Piozzo, infatti, c’è il birrificio Baladin che organizza anche delle visite guidate.

 

Il dolce profumo di nocciole

Alzi la mano chi ha figli che adorano mettere il dito dentro il baratto di crema di nocciola! Tutte presenti? Ecco allora, questa è un’altra delle esperienze molto carine da fare con tutta la famiglia durante l’autunno. A Sinio (Cuneo) c’è l’azienda a km0 La regale nocciola di Piemonte, dove è possibile organizzare delle visite guidate così da scoprire come funziona il processo di produzione e trasformazione delle nocciole. Per i più piccoli sarà divertentissimo!

 

Voglia di tartufo? Si va all’Alba Truffle Bimbi

Dal 9 ottobre fino al 5 dicembre si svolge la Fiera del Tartufo, un appuntamento attesissimo da appassionati e non. Un evento riadattato anche al pubblico più piccolo con Alba Truffle Bimbi: luogo di divertimento interamente pensato per i bambini, ma senza mai tralasciare l’aspetto didattico ed educativo: nessun gonfiabile, nessun gioco di plastica, nessun videogame si troveranno mai in questo speciale contenitore.

Largo spazio alla fantasia e alla manualità educando al gioco, ascoltando le esigenze dei bambini e dei loro genitori, stimolo creativo e prima scintilla per la realizzazione di qualcosa di innovativo. Il tutto nel rispetto dell’ambiente e del territorio, con un grande spazio dedicato al paesaggio e alla cura dell’ambiente in cui i bambini possono modellare colline e vigneti, plasmando elementi naturali e architettonici, utilizzando la cucina e il ciclo del vino come soggetti privilegiati dei racconti e dei balocchi appositamente costruiti in legno e in materiali naturali. Momenti di gioco libero si uniscono così a laboratori creativi, pensati per imparare a giocare con oggetti quotidiani e di riciclo, costruendo, creando e divertendosi.

 

Voglia di musei?

La settimana scorsa vi abbiamo proposto un articolo, che vi è piaciuto tantissimo, con una selezioni di 20 musei da visitare con i bambini.  Una lista sicuramente non esaustiva perché, in giro per l’Italia, di musei dedicati ai più piccoli ce ne sono molti di più. Dato che stiamo parlando di Langhe, siamo andate anche qui a cacci di musei e ne abbiamo trovati alcuni molti belli! In caso di mal tempo potrebbe essere una valida alternativa alle attività all’aperto.

 

Wimu, il Wine Museum a Barolo

Questa, è vero, lo ammettiamo, è più per mamma e papà, ma ve la volgiamo segnalare ugualmente perché ne vale la pena, soprattutto nel caso in cui stiate programmando una gita fuori porta kids-free. Il WiMu è un’immersione nel mondo del vino, della sua cultura, del suo mito. Un viaggio alla scoperta del vino nella storia e nelle arti, nei miti universali e nelle tradizioni locali, nel suo millenario rapporto con l’Uomo.

 

Il Museo della Magia a Cherasco

Se il pensiero di un week end di coppia senza figli è sparito tanto velocemente quanto il coniglio nel cappello di un’illusionista, allora l’aggancio è perfetto per introdurvi il Museo della Magia che sicuramente farà fare i salti di gioia ai vostri figli: la mascotte del Museo, Hocus Pocus, accompagna i visitatori lungo il percorso espositivo, alla scoperta dell’illusionismo e della magia, in un viaggio attraverso la storia, gli strumenti e i protagonisti di una delle forme di spettacolo più affascinanti del mondo: la bocca della verità (magia e leggenda); la testa parlante (la quadreria magica); la foresta incantata (gli strumenti dell’illusionista); le grandi illusioni (le tecniche e gli stili); i grandi maghi (gli illusionisti nella storia); la seduta spiritica (i trucchi dei medium); polvere di Stelle (i Maghi Italiani della Televisione); Il teatro delle Illusioni ( sala dedicata allo spettacolo con una allestimento scenico e tecnico altamente professionale;  attraverso lo specchio (lo specchio della magia); Il paese delle meraviglie ( le illusioni ottiche).

 

 

Il Museo del giocattolo a Bra

Centinaia di giocattoli d’epoca che sicuramente faranno fare a voi genitori un salto nel passato e lasceranno affascinati i vostri bambini. Una collezione nata quasi per caso dalla passione dell’antiquario braidese Michele Chiesa. La raccolta comprende non solo prodotti industriali o artigianali ma anche giocattoli di produzione familiare e/o popolare con caratteristiche peculiari per la storia del gioco ed oggetti (libri, fumetti, foto, cartoline…) legati al mondo dell’infanzia. Già visitata da molti curiosi, appassionati e scolaresche è ora meglio fruibile in questi locali adeguatamente attrezzati anche per attività di laboratorio.

 

Di esperienze da fare in questo territorio con i bambini, ce ne sono veramente molte altre: se avete poca voglia di organizzare qualcosa di particolare, ma preferite essere guidate e coccolate da chi, le Langhe, le conosce molto bene, potreste affidarvi alla squadra tutta al femminile di Langhe Experience. Loro propongono tantissimi pacchetti ed esperienze diversificate in questo meraviglioso territorio per ogni esigenza. Provate a dare un occhio qui.

Langhe Experience nella natura: voglia di stare all’aria aperta

L’autunno è bello anche perché ci permette di goderci ancora a pieno le giornate all’aria aperte, senza il sole cocente dell’estate ma senza neanche quel freddo pungente dell’inverno. Quindi, perché no, qualche idea per fare un’esperienza a contatto con la natura, stupenda in questo periodo, nella Langhe, a noi non dispiace affatto. Qualche idea? Ve la diamo subito.

 

Il bosco dei pensieri.

Il Bosco dei Pensieri è un percorso di meditazione e contemplazione all’interno della tenuta di Fontanafredda, a Serralunga d’Alba (CN), nel cuore delle colline del Barolo, tra piante secolari, vigneti e noccioleti. L’itinerario si articola in dodici stazioni corredate di aforismi d’autore (da Lao Tsu a Gianmaria Testa!) e di bozzetti originali della disegnatrice tedesca Alexandra von Bassewitz, testi e immagini uniti ad evidenziare i punti più panoramici e ad aiutare il visitatore a immergersi nella storia e nella geografia del paesaggio di Langa.

 

 

Visita ad uno dei borghi più belli d’Italia: La Morra!

La Morra è un piccolo comune piemontese che conta meno di 3.000 abitanti e, dal 2014, è inclusa nella lista dei patrimoni mondiali dell’umanità Unesco in quanto parte del sito I Paesaggi vitivinicoli del Piemonte: Langhe-Roero e Monferrato. In questo piccolo borgo, per esempio, tappa obbligatoria è la Cappella del Barolo , la chiesa più colorata d’Italia (impossibile da non fotografare!). Ma, se la giornata è bella, potreste camminare fino al belvedere per godere di una meravigliosa vista sulle Langhe oppure andare ad ammirare il Cedro del Libano, conifera sempreverde che svetta maestosa su colle Monfalletto nella frazione Annunziata di La Morra: uno dei punti panoramici inaspettati della Langa del Barolo, orgoglio degli abitanti della zona e luogo d’ispirazione per fotografi ed aspiranti tali.

 

E se poi volete aggiungere alla gallery ancora qualche altra bella foto, perché non andare a caccia delle coloratissime panchine giganti? Vi diamo qualche indizio su dove trovarle, leggete qui.

Langhe Experience, dove mangiare e dove dormire 

Il territorio delle Langhe, non è solo bello da esplorare durante un gita fuori porta, ma è anche bello da vivere, magari per una vacanza o un week end! Quindi, se avete la possibilità di fermarvi qualche giorno, vi vogliamo dare anche qualche consiglio su hotel, casali e agriturismi e ristoranti dove dormire e mangiare.

 

Casa Angiolina, il posto perfetto per le famiglie con bambini

Casa Angiolina è in cima alla collina del castello Savoia e dall’ alto tutto è più bello: gode di una vista spettacolare sui vigneti e noccioleti del Roero e delle Langhe, è immersa nel verde e nei fiori del giardino e della pergola e le siepi di bosso antiche, ha la serra giardino d’inverno per le letture ed il relax, la doccia esterna per rinfrescarvi ed il solarium nel prato inglese. 

Rimarrete affascinate dalla meraviglia di questo posto, oltre 200mq su due piani, adatta a tutti, ai più nostalgici, grazie alla presenza di grandi camini che scaldano l’atmosfera, e ai più dinamici e moderni. Perfetto per le famiglie con bambini.

 

 

“Casa Angiolina è molto adatta alle famiglie, è il nostro casale di famigliaci racconta la titolareAngiolina era la mia nonna e noi nipoti siamo cresciuti lì, nelle stanze fresche e nel giardino grande, nell’orto, nel frutteto… oggi io cerco di proseguire la tradizione di famiglia con grande passione, e  devo dire che chi alloggia a Casa Angiolina mi dice che si sente subito a casa, che c’è l’atmosfera calda ed accogliente della casa della nonna… esattamente quello che è il mio intento”

 

 

C’è l’ orto biologico, ci sono le erbe aromatiche,  ed il frutteto che ti aspettano. É comoda perchè a pochi minuti da Alba, Asti, Barbaresco, Barolo, un’ora dal Lago Maggiore  e da Torino e  un’ora e mezza da Milano.

Casa Angiolina, in più, fa parte del circuito Tour dei Vini e le esperienze che potrete fare, appoggiandovi a questa struttura, sono davvero tantissime: giri in bici, escursioni, degustazioni … e chi più ne ha più ne metta!

” Io sono innanzitutto un tour operator incoming, www.tourdivini.it, e mi occupo di tour in Piemonte, Liguria, Emilia Romagna Toscana (ho anche itinerari in Puglia e Basilicata)”, conclude la titolare.

 

 

B&B Poggio delle Ginestre, per chi cerca silenzio e quiete

Silenzio e quiete, natura incontaminata e incontri sorprendenti, sconfinati cieli stellati in cui perdersi: questo è il contesto in cui si trova il bed & breakfast Poggio delle Ginestre, a Gorrino sulle colline dell’Alta Langa Piemontese nel comune di Pezzolo Valle Uzzone. La struttura era un antico fienile in pietra, circondato da un giardino con erbe officinali, un frutteto e un orto biologici. La recentissima ristrutturazione è stata eseguita nel rispetto dello stile locale e con l’utilizzo di materiali biocompatibili (legno, pietra, vernici naturali). Grande cura viene impiegata nel preparare le colazioni con i prodotti del nostro frutteto.

 

 

Agriturismo San Grato 1883: in mezzo alla natura

L’agriturismo Sangrato 1883 è un posto unico, su di una collina, immerso nella natura ma a soli 15 minuti dai percorsi enogastronomici di Alba, Langa e Roero. Una natura non costruita ma reale. Immerso in una proprietà di 80.000 m2 al confine tra una zona agricola variegata e boschi incontaminati di querce e castagni nel cuore del Roero. Dall’agriturismo è possibile partire per escursioni a piedi o in bicicletta attraverso sentieri segnalati.

 

 

Il Cortile di San Michele, un angolo di meraviglia 

Ubicato nel centro storico del medievale borgo di Guarene, nel Roero, il Cortile di San Michele sorge dal recupero di due stabili del 1794, un tempo abitati da famiglie dell’alta borghesia locale. Un luogo sospeso nel tempo, immerso in un’atmosfera appartata e armoniosa, il cui centro è costituito dall’ampia e solare corte su cui si affacciano tutti locali, sovrastati dalle nobili forme del dal settecentesco Castello e dalla torre campanaria della chiesa di San Michele, che dà nome alla struttura.

 

Se volete altri suggerimenti su dove dormire e dove mangiare, sul nostro Magazine troverete tutto quello che vi serve! Vi lasciamo però, qui di seguito, due articoli, in cui vi raccontavamo le nostre mumexperience nel territorio delle Langhe e che sicuramente potrebbero tornarvi utili!

Le Langhe con i bambini: la magia delle colline piemontesi tra tartufi, panchine giganti e case sull’albero. Leggi

I 7 luoghi insoliti dove dormire a contatto con la natura. Leggi 

 

Melissa Ceccon

Responsabile editoriale – Mumadvisor

 

 

 

Top