Travel

Cogne: perla alpina eco-friendly, tra cascate e sentieri adatti ai “primi passi” in montagna

19/10/2020

Se siete alla ricerca della giusta motivazione per lasciare sul divano la morbida coperta appena tirata fuori dall’armadio e la vostra selezione di tè, sono certa che la troverete nella calda luce che inonda i paesini montani valdostani nel cuore del Parco del Gran Paradiso.

COGNE, LA META PER OGNI STAGIONE

Tra ottobre e novembre il Parco del Gran Paradiso, con i suoi aceri, faggi e ciliegi, prende i colori del tramonto e lo spettacolo è assolutamente da non perdere! Il caratteristico paesino montano di Cogne, grazie al suo impegno per promuovere un turismo sostenibile e responsabile, ha vinto per il 4° anno di seguito il premio “The Sustainable Destinations Top 100” riconfermandosi una delle 100 destinazioni amiche dell’ambiente.

Meta tanto amata anche dai camperisti grazie ad una grande area camper attrezzata (illuminazione, elettricità, carico acqua potabile e scarico acque reflue) proprio ai piedi del paese e una più piccola a Lillaz.

 

 

La valle di Cogne vanta una fitta rete di sentieri adatti a ogni tipo di escursionista e una delle più grandi praterie Montane d’Europa dal nome Prato Sant’Orso, che offre una vista panoramica d’eccezione sul Gran Paradiso.

Qui, nel periodo estivo ed autunnale, si possono sfruttare gli immensi spazi aperti per semplici passeggiate con il passeggino, il grande parchetto super attrezzato (con tanto di casette valdostane e aerei-scivolo di legno) e organizzare una passeggiata con i pony per i più piccoli prenotando un’escursione al maneggio equestre Le Traîneau.

 

 

In inverno invece, la prateria si trasforma in un perfetto snow park con tapis roulant, gonfiabili e slitte trainate da cavalli.

PRIME ESPERIENZE PER PICCOLI ESCURSIONISTI

I sentieri privi di pendenza e vicini al centro abitato, sono la scuola perfetta per insegnare ai nostri piccoli montanari che camminare in montagna è il percorso sensoriale più completo che possano trovare.
Ma come incentivare i nostri bimbi a camminare piuttosto che farsi comodamente trasportare sul passeggino o nello zaino?

La fantasia e la curiosità sono il vero motore che spinge i nostri piccoli alla scoperta del mondo: la passeggiata si trasformerà così in una caccia al tesoro, il bosco in un paese incantato e la meta finale in una sfida completata o in un premio ottenuto (chi di noi mamme d’altronde, non si è mai premiata con un dolce goloso a fine escursione?)

 

 

Scarpe con un buon grip sul terreno, il giusto abbigliamento ed un inizio graduale, altri fondamentali da tenere a mente per regalare ai nostri bimbi la loro prima esperienza da escursionisti!

I SENTIERI DI COGNE: DAI PRIMI PASSI ALLE SALITE PER GLI ESPERTI

Anello di Prato Sant’Orso: 

Adatto anche ai passeggini e percorribile nei due sensi di marcia, vi porterà alla scoperta della vasta prateria costeggiando l’abitato di Cogne, passando sull’antico ponte di Buthier per poi risalire a fianco del torrente verso Valnontey.

Cascate di Lillaz:

Anche se la valle di Cogne ospita circa 150 cascate, le più famose sono indubbiamente quelle di Lillaz.

 

 

Partendo da Cogne è possibile raggiungere le cascate e il suo omonimo paesino prendendo il sentiero 23 all’altezza del ristorante Lou Ressignon (segnaletica completa NN. 23 – 23D – 15B – 15 – 23B) Tra tratti di sentiero, pedonali sterrate e strada asfaltata, il percorso è l’ideale anche per chi preferisce percorrerla in mountain bike. Per i più pigri le cascate sono raggiungibili in 10 minuti da Cogne anche in auto, dove troverete un comodo parcheggio a pagamento all’inizio del paese.

Raggiunto il piccolo paese di Lillaz, il sentiero n.12 che costeggia il torrente Urtier vi accompagnerà al primo dei tre salti d’acqua. (ultimo tratto raggiungibile con il passeggino). Il sentiero da qui prosegue più ripido girando intorno alle cascate fino a riportarvi a Lillaz.
Una volta raggiunto il punto più alto del sentiero, un ponte di legno sarà il perfetto balcone per godere dall’alto del meraviglioso paesaggio circostante.

Da qui, vi consiglio una deviazione di 5 minuti alla cascata Biolet che vi farà scoprire una casetta sull’albero,  grande protagonista dei miei sogni da sempre!
   

Lago Loie

Per i più allenati all’inizio del sentiero per le Cascate di Lillaz parte un sentiero di circa 2h 15 min in direzione del lago delle Loie. Grazie ai suoi quasi 800 metri di dislivello è in costante salita fino al pianoro pietroso da dove è possibile ammirare La Grivola, vetta sorella del gran Paradiso con i suoi  3969 metri. Il sentiero si conclude con un ultimo tratto in salita fino alle sponde del suggestivo ed intimo Lago Loie.

 

 

Se arrivati fin qui non siete ancora certi di abbandonare il tepore della vostra coperta, non resta altro che prendervi per la gola con la deliziosa Crema di Cogne rigorosamente accompagnata dalle famose tegole, pasticcini tipici valdostani croccanti a base di mandorle e nocciole.

 

Chiara Pilla
Mamma,  lavoratrice e viaggiatrice per passione. Nella natura mi sento a casa e cerco di tornarci ogni volta che posso. Potete seguire i miei viaggi anche qui

 

Top

Segnala un’attività

    Do il consenso ai fini commerciali.
    Ho letto la normativa sulla privacy