Mum's News

Carta Bimbi, sì o no?

15/10/2019

La nuova manovra ha previsto 400 euro al mese per le famiglie, già dal 2020, a sostengo della natalità e della prima infanzia

 

 

Dalla retta del nido, fino alla baby sitter. Serve a questo la Carta Bimbi, prevista dalla manovra economica, e che dovrebbe diventare realtà già dal 2020: un bonus di 400 euro per ogni figlio, fino al terzo anno di età, che entreranno nelle tasche delle famiglie che risponderanno ai requisite ISEE dettati dalla manovra.

Cos’è e cosa prevede la carta servizi

La manovra 2020, dunque, attua misure importanti a sostegno delle natalità e della prima infanzia. E lo fa attraverso tre misure principali: la prima è un assegno mensile per tutti i nuovi nati nel 2020, che si aggira tra gli 80 e 160 euro, in base al reddito. A questo, si aggiungono 160 euro destinati alle famiglie meno abbienti e 80 euro invece a quelle più ricche. E infine, c’è la misura asilo nido: le famiglie, infatti, avranno un contributo per iscrivere e portare al nido i propri bambini, fino ad arrivare a 250 euro mensili, valido non solo per i nuovi nati, ma per la fascia zero – tre anni.

 

E la mamme, cosa dicono?

Non tutte hanno accolto bene la notizia, seppur positiva. Raccolte diverse opinioni attraverso il web, in molte ci hanno confessato di non essere particolarmente entusiaste di questa manovra. Il sentimento prevalente è quello dello scetticisimo: “vedremo poi se questi soldi arriveranno davvero”, affermano in molte. Altre, invece, si sentono in un certo senso escluse: “perché non si pensa anche alle famiglie che hanno i figli che vanno a scuola, e che forse, gravano ancor di più sui soldi di una famiglia?”. Insomma, pare che questa manovra sia stata pensata solo per andare incontro solo una fetta di famiglie italiane, andando ad escludere le altre: “inserire anche un bonus scuola, no?”, chiede sul web una mamma con tre figli di cui due iscritti già a scuola.

E voi, mums, che ne pensate di questa Carta Bimbi? Fateci sapere la vostra opinione!

 

Melissa Ceccon

Mamma di due, moglie di uno, giornalista e autrice del blog Mamma Che Ansia.

Vive e lavora nella verdeggiante Brianza, sempre pronta a scrivere e raccontare le storie più interessanti per le mums.

Su Instagram il suo dietro le quinte tra vita zen e ironia.

Top

Segnala un’attività

    Do il consenso ai fini commerciali.
    Ho letto la normativa sulla privacy