Travel

Canarie, meta ‘Covid-tested’ : vi portiamo a Fuerte e Lanzarote (in sicurezza!)

16/02/2021

Corridoi sicuri con test alla partenza e all’arrivo. Da marzo, via alla prima fase di sperimentazione. Una prima risposta concreta alle esigenze delle persone e degli operatori turistici, in vista di una più ampia ripartenza dei flussi e degli spostamenti.

Non possiamo viaggiare per turismo da una regione all’altra ma possiamo raggiungere l’aeroporto con destinazione Canarie.

Si, avete capito bene! Le Canarie grazie al loro basso tasso epidemiologico hanno aperto, seppure con le dovute precauzioni, i viaggi turistici sulle isole.

(Sul sito https://www.ciaoisolecanarie.com/coronavirus/ tutte le informazioni)

Quando ho letto la notizia, subito mi è tornato in mente il viaggio fatto qualche tempo fa proprio in una delle isole delle Canarie, Fuerteventura. Ci siete mai state? Io, presa da un po’ di nostalgia sono andata a rivedermi le foto di quella vacanza e ho deciso di scrivere questo articolo come linea guida per una vostra futura fuga in queste meravigliose isole, che sia quest’anno, oppure tra tre, spero possa rimanervi utile.

Fuerteventura è la seconda isola per dimensioni e la più antica formazione delle isole canarie dove troverete un clima mite tutto l’anno, con spiagge bianche e vulcaniche per tutti i gusti.

Il modo migliore per visitarla è quello di noleggiare un auto e di spostarsi da nord a sud per non perdersi le bellezze che la natura è capace di offrire lungo l’intera isola.

L’isola del vento

Fuerteventura è particolarmente esposta agli Alisei, venti che modellano con maestria le spiagge delle coste dandogli forme sempre diverse e che la rendono la meta perfetta per gli amanti degli sport acquatici come kitesurf e windsurf.

In molte spiagge troverete dei muretti fatti di pietre vulcaniche che vi faranno da riparo dalla sabbia sollevata dal vento.

Potrete approfittare delle giornate particolarmente ventose per portare i bambini all’Oasis Park Fuerteventura che collabora a programmi per la salvaguardia di alcune specie animali che oggi sono in via di estinzione, oppure all’Acua Water Park, un bellissimo parco acquatico situato a Corralejo

La costa orientale di Fuerteventura è la zona meno ventosa dell’isola, tranne Sotavento dove c’è però una delle spiaggie più belle che vi consiglio assolutamente di non perdere!

La spiaggia di Sotavento è lunga quasi 9 chilometri , con la bassa marea crea delle piscine naturali nel quale rilassarsi e giocare ed è la sede ideale per praticare kitesurf in totale tranquillità e con un panorama da cartolina.

Il Nord dell’isola

La zona di Corralejo è sicuramente la più popolare dell’isola dove troverete nel caratteristico paesino di pescatori molti ristoranti e negozi. Qui troverete anche le Dune di sabbia più grandi delle Canarie che vi faranno sentire nel mezzo del deserto ma con vista sull’oceano.

Da qui sarà semplice raggiungere Grandes Playas che come dice il nome è una grande spiaggia dal mare turchese che vi garantirà tutto lo spazio necessario per godervi a pieno la pace di quel luogo.

A poca distanza da Corralejo troverete El Cotillo, un grazioso piccolo paesino fatto di case bianche. E di splendide spiagge tra cui La Concha, una caletta di sabbia bianca adatta a tutta la famiglia

Più a sud

La spiaggia di Costa calma è l’ideale per le famiglie; rimarrete affascinati dal colore delle sue acque e i suoi bassi fondali saranno il perfetto parco giochi per i vostri bambini.

Nella città di Morro Jable vi troverete un villaggio in continua espansione ricco di negozietti e ristoranti lungo tutto il lungomare.

Da qui partono i traghetti per Gran Canaria e le sue spiagge bianche e il mare cristallino la incoronano come una delle zone più belle del sud dell’isola

Le spiagge più selvagge 

Cofete, nonostante non sia adatta alla balneazione, è la spiaggia più suggestiva di tutte le Canarie e molti vogliono spingersi vicino per ammirarla e immortalarla in una foto ricordo.

È possibile raggiungerla solo con fuoristrada essendo un percorso sterrato e richiedere massima attenzione data la sua lontananza dalle abitazioni più vicine

 

Esquinzo: la vista panoramica sopra le scogliere che vedrete una volta raggiunta la meta vi farà dimenticare della strada asfaltata fatta per raggiungerla. 

Poco distante da el Cotillo è spesso ventosa ma se amate i luoghi selvaggi e tranquilli è la spiaggia che fa per voi.

 

Lanzarote, la magica isola dei vulcani

Sarebbe davvero un peccato se arrivati a Fuerteventura non dedicaste qualche giorno anche alla piccola ma preziosa Lanzarote.

Se avete sempre desiderato camminare su Marte, la visita al Parco Nazionale di Timanfaya fa assolutamente per voi.

Questo paesaggio vulcanico è sicuramente l’attrazione più famosa dell’isola e una volta arrivati ne capirete a pieno il motivo.

Essendo una zona ad alta fragilità ambientale non è possibile visitarla in autonomia ma è possibile prenotare una visita guidata a bordo di bus appositamente attrezzati che vi mostreranno il nucleo principale delle eruzioni tra fornaci, grotte e colate.

Fermatevi a pranzare a El Diablo Restaurant”, ristorante costruito proprio attorno alla bocca di un vulcano: potrete vedere  con i vostri occhi come gli chef posizionano le loro grigliate sopra la buca per la cottura.

Tutta opera di un famoso architetto delle Canarie, César Manrique, che la chiamò “Grotta Vulkan” e che ha ideato anche un altro luogo assolutamente da non perdere che è il Jameos del Agua, un percorso di tunnel vulcanici nel quale l’artista ha creato uno spazio artistico dove l’armonia tra natura e arte regna sovrana.

La spiaggia verde di El Golfo invece, pur sembrando la creazione di un bizzarro artista , è tutta opera della meravigliosa natura: la laguna creatasi dopo lo sprofondamento di un vulcano nella cui cavità è confluita acqua marina, è diventata la dimora ideale di organismi marini ed alghe che donano al lago il caratteristico colore verde intenso.

Il verde della laguna, il turchese del mare e la roccia scura della sabbia creano uno degli spettacoli naturali più belli che abbia mai visto

Essendo una riserva protetta non è possibile raggiungerla ma un sentiero sterrato vi permetterà di godere a pieno del suo spettacolo.

Io ho già dato un’occhiata ai prezzi dei voli su Skyscanner.. e voi?

 

 

Chiara Pilla
Mamma,  lavoratrice e viaggiatrice per passione. Nella natura mi sento a casa e cerco di tornarci ogni volta che posso. Potete seguire i miei viaggi anche qui

Top

Segnala un’attività

    Do il consenso ai fini commerciali.
    Ho letto la normativa sulla privacy