Mum's Life

5 attività ‘Montessori’ per i bambini 6-12

22/02/2021

Dai 6 ai 12 anni, fase transitoria molto importante per la crescita. Li consideriamo ancora bambini o a volte “già grandi per certe cose”. Hanno una grande voglia di scoprire il mondo e fare qualcosa che abbia uno scopo. Come accompagnarli al meglio? Ecco tanti suggerimenti che ti torneranno utili.

 

I bambini dai 6 ai 12 anni vivono una fase di grandi trasformazioni che va accompagnata, sostenuta da coccole (anche se ci sembrano “grandi per certe cose”), dosi di sicurezza e scoprire insieme come funziona il mondo

In ogni cosa che fanno vogliono trovare uno scopo sociale, un senso perché stanno costruendo il loro senso morale. Ad esempio hanno la spinta per organizzarsi per piccoli lavori, aiutando la vicina anziana a fare spesa o facendo delle pulizie per dei conoscenti, facendo il mercatino dei vecchi giocattoli, prendendo confidenza con il denaro come mezzo per poter realizzare ciò che vogliamo. 

È importante tener conto di 3 caratteristiche di questa età:

  1. Esigenza di uscire dall’ambiente chiuso: ha bisogno di conoscere e fare esperienza del mondo, come ad esempio osservare il ciclo vitale di un albero per astrarre a tutti gli alberi dello stesso tipo, come per un insetto. Vuole conoscere come funziona il mondo. Vuole imparare tutto del mondo, dal saper leggere le nuvole e riconoscere le stelle, alle piante e agli insetti. Far esperienza di un bosco di giorno e di un bosco di notte sotto le stelle, sono tutte esperienze impagabili ed arricchenti.

  2. Passaggio della sua mente ad un piano astratto: da un piano sensoriale in cui ha bisogno di apprendere toccando e giocando, passa ad un piano in cui riesce ad intellettualizzare ogni cosa. 

  3. Nascita del suo senso morale: in lui si va sviluppando “una sensibilità interiore particolare: la coscienza” (“Dall’infanzia all’adolescenza”, pag. 34, Maria Montessori). Si preoccupa del giusto e sbagliato ed è importante accompagnarli con delicatezza verso il suo naturale e innato senso di giustizia.

È il meraviglioso periodo dell’origami “Inferno e paradiso” che si piega con le dita, tiri su la linguetta di carta e fa da indovino, intrecci a due con i lacci di scarpe, delle corse in bicicletta, del diario segreto, della voglia di scoprire i marchingegni di Leonardo da Vinci, alla ricerca di nascondigli segreti. Il periodo in cui si gioca rubabandiera, i quattro cantoni, nomi-cose-città, palla prigioniera, acqua-fuochino-fuoco e morra cinese. Quanti ricordi!

Il mio consiglio è quello di seguire lasciar vivere questi must che tutti noi abbiamo vissuto, mantenendo il contatto con le tradizioni. Inoltre consiglio vivamente di seguire l’interesse dei vostri bambini aiutandovi anche con bei libri a riguardo, dagli esperimenti ai dinosauri, a cose da costruire, da cucire. Munitevi di mappamondo, lente d’ingrandimento e se riuscite o il bambino è interessato anche di microscopio o telescopio. Leggete insieme i grandi classici la sera prima di andare a dormire, hanno tanto bisogno di sentire la vostra vicinanza. Giochi da tavola meglio non troppo competitivi e costruttivi, come la tombola con la smorfia e vedrete con che facilità apprenderanno a cosa corrisponde ogni numero. Tra gli 8-10 anni se sono interessati possono iniziare a suonare uno strumento musicale

Ma veniamo a noi e alle attività!

PRONTI PER LE ATTIVITÀ? VIA!

ATTIVITÀ MANUALI

Da animali di carta agli origami con un libro da poter fare da soli, al cucito (punto a croce e basi di cucito), alla tessitura, al macramé, al traforo con compensato sottile, alla creta, agli aquiloni sono tutte idee meravigliose per la manualità. Creare meravigliosi gioielli e opere d’arte con Pizla Ikea  

L’IDEA – Ad esempio imparare ad usare il seghetto da traforo facendo un piccolo progetto insieme affinerà tantissimo la manualità, allenerà la pazienza e la perseveranza, svilupperà u tipo di competenza e linguaggio specifico della falegnameria, ma soprattutto avrà un meraviglioso prodotto fatto tutto da sé. Basta un seghetto da traforo, un pannello di compensato da 15mm (il migliore per iniziare perché sottile), carta vetrata sottile, colla vinilica, lucido per legno. Potete fare una piccola cornice tagliando due rettangoli. In uno dei due taglierete un rettangolo interno più piccolo dove all’interno incollerete una foto alla fine, una volta carteggiato e passato il lucido. Con il legno ci vuole tempo! Senza fretta godetevi questo tempo insieme. Una volta  che ci prendete la mano, potete anche imparare ad usare il pirografo, una penna a fuoco per fare decorazioni alle vostre decorazioni. Altra tecnica decorativa interessante potrebbe essere il decoupage. 

 

GIOCHI DI MOVIMENTO

Da mosca cieca, a nascondino, a salto con la corda, alla bicicletta, corsa coi sacchi, arrampicarsi sugli alberi, “acrobazie” con altalene, pattini a rotelle prima e rollerblade poi.

L’IDEA – Se avete la possibilità, andate di arrampicata sugli alberi. Da piccola mi arrampicavo e non potendo costruire una casetta sull’albero per le piccole dimensioni di un albicocco, lo facevo con dei teli sui rami o a terra con l’aiuto dei miei genitori. È un’esperienza che porto ancora nel cuore. Un bel libro che può accompagnarvi a vivere il meraviglioso rapporto con gli alberi è Giocare tra gli alberi. Attività nel bosco con le corde secondo la pedagogia della natura” di Alexandra Schwarzer con tante proposte carine, occasione per imparare i nodi.

 

ATTIVITÀ IN CUCINA

Se non sono abituati in cucina, può essere l’occasione per fare delle ricette e passare del tempo di qualità insieme. Piano piano saranno loro a fare una ricetta da zero e vi stupirete anche delle delizie che vi prepareranno. Lasciamo fiducia e solo così potranno imparare a cucinare. 

L’IDEA – Lasciate fare una bella torta margherita ai vostri bambini. Dagli 8 anni potrebbero farla da soli leggendo la vostra ricetta – occasione per allenare la lettura – , pesando gli ingredienti (vai con la matematica!) e seguendo tutto il procedimento. Se non se la sentono o sono più piccoli affiancateli, ma lasciando fare il più possibile. Lasciate fare esperienza, errori e date fiducia. Solo così impareranno. Date aiuto solo se richiesto.

 

ATTIVITÀ SCIENTIFICHE

Bilancia, calamite, sabbia e ferro, erbari, allevamento di animali, coltivazione di piante, studio approfondito dei loro interessi (dinosauri, motori, costruzione, come sono fatte le cose). Esperimenti di fisica, chimica ed elettricità. 

L’IDEA – Due opzioni che piacciono molto sono l’esperimento della separazione della sabbia con limatura di ferro grazie ad una calamita e l’erbario. Sempre se siete vi siete appassionati al legno potete costruire una pressa per foglie, per poi fare il quaderno delle erbe o anche attività di frottage. Se sono appassionati di esperimenti, senza dubbio consiglio un libro sugli esperimenti 365 esperimenti per piccoli scienziati  dove hanno la possibilità di scoprire risposte della propria sete di sapere.

 

ATTIVITÀ DI COSTRUZIONE

Must intramontabile è per me “costruire una capanna” che costruivo con canne e spago perché l’unica legatura che ho sempre ricordato dagli scout è il nodo paletto che salva sempre la vita. Costruzioni con oggetti di riciclo, di teatrino. Primo approccio al modellismo e alle miniature. 

L’IDEA – Per la capanna basta saper fare il nodo paletto e con quello si può costruire ogni cosa. Seguite i suoi interessi. Se appassionato di auto, costruzioni o altro trovate tanti modellini e miniature da costruire alla Città del Sole. Hanno comunque bisogno di lavorare tanto con le mani, in modo diverso da un bambino dai 3 ai 6 anni, ma è fondamentale per la loro manualità, volontà e determinazione.

 

Spero che questo articolo vi abbia dato degli spunti creativi interessanti! 

 

Tata Ilaria

Ilaria Cichetti –  La Tata Montessori (link www.ilariacichetti.com), Riorganizzatrice di interni a misura di bambino, Interprete e traduttrice dell’infanzia agli adulti, porto il Montessori a casa dalla gravidanza con il mio servizio “Montessori dalla pancia” a i 6 anni per una vera casa a misura di bambino.

Top

Segnala un’attività

    Do il consenso ai fini commerciali.
    Ho letto la normativa sulla privacy